Roma, mostra le parti intime a una cliente: lo shock, la fuga, l’arresto

Alla fine ha abbassato i pantaloni e mostrato le sue parti intime. Di colpo, provocando terrore nella donna. A quanto pare il suo era un vero e proprio “vizietto”. Un uomo di 37 anni lavorava da molto tempo come commesso in un negozio di articoli per bambini a Roma, ma le sue “attenzioni” erano soltanto per le mamme. Ultimamente alcune clienti si erano lamentate con la responsabile del negozio proprio per il suo modo di fare un po’ troppo pressante nel proferire complimenti o addirittura chiedere il numero di telefono.

Il commesso si è abbassato i pantaloni mostrando le parti intime

Comportamento da lui sempre negato e che non aveva mai avuto conseguenze. Fino a quando l’uomo ha seguito una cliente – che aveva appena fatto acquisti – fuori dal negozio. Lei è salita in auto. Approfittando dello sportello lato guida ancora aperto, mentre la signora stava sistemando la buste in auto, il commesso si è avvicinato e ha abbassato i pantaloni per mostrare le parti intime, il proprio membro eretto, farneticando frasi dettate dall’eccitazione, secondo quanto riferito dalla donna. Subito dopo ha afferrato una mano della donna tentando di farsi toccare. La vittima si è divincolata e ancora sotto shock ha messo in moto la macchina ed è fuggita. Solo il giorno seguente ha avuto la forza di denunciare quanto accaduto al commissariato. Gli agenti hanno quindi accompagnato “sotto copertura” la signora nello stesso negozio per poter cogliere il maniaco in flagrante. L’uomo alla vista della signora, l’ha seguita ancora una volta mentre si accingeva a salire in auto, ma stavolta per scusarsi del comportamento del giorno precedente. Raggiunto immediatamente da poliziotti in borghese, il commesso ha confessato quanto dichiarato dalla vittima. Accompagnato presso gli uffici di Polizia, è stato denunciato in stato di libertà per tentata violenza sessuale.