Roma: due stranieri gli mettono un coltello alla gola e lo prendono a calci

Roma sempre più nelle mani dei delinquenti. In ogni zona, in ogni quartiere, dalla periferia al centro. Rabbia e sconcerto per una nuova aggressione lanciata dal Messaggero e ripresa da vari siti. Un uomo, che aveva appena finito di lavorare, giunto nei pressi dell’ospedale Forlanini, è stato avvicinato da due stranieri. Prima l’hanno bloccato e poi, minacciandolo con un coltello alla gola, gli hanno intimato di consegnargli il denaro. La vittima in un primo momento ha rifiutato e a quel punto, dopo averlo scaraventato a terra, i due stranieri hanno iniziato a colpirlo con calci e pugni.

I due stranieri l’hanno minacciato con un coltello alla gola

Con il coltello alla gola- Uno dei due, un tunisino di 43 anni, gli ha rubato 150 euro dalla tasca anteriore dei pantaloni e 15 euro dalla tasca posteriore. Prima di fuggire lo stesso uomo ha avvertito la vittima di non chiamare la polizia, promettendogli gravi ritorsioni. L’uomo si è presentato il giorno successivo al commissariato per sporgere la denuncia. La vittima ha raccontato l’accaduto riferendo di conoscere di vista uno dei suoi aggressori che abitualmente esercita attività di parcheggiatore abusivo di notte, davanti a un ristorante della zona e che spesso ha atteggiamenti aggressivi.

Dopo varie ricerche, gli agenti sono riusciti a rintracciare lo straniero nei pressi dell’ospedale Forlanini. Quando ha visto i poliziotti, l’uomo ha cercato di scappare gettando a terra un coltello a serramanico. Bloccato, è stato accompagnato negli uffici del commissariato.