Orban: «Merkel che fa? Il muro dell’Ungheria difende tutta l’Europa»

«La difesa dei confini esterni non è una scelta ma è previsto dalla legge. Noi stiamo difendendo il trattato di Schengen. Stiamo difendendo l’Europa». Lo afferma il premier ungherese Viktor Orban, dopo il suo incontro con il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk. «Sono qui – aggiunge – per dare voce alla paura dei cittadini europei che non sono soddisfatti dei loro leader». «A Schulz ho chiesto che i parlamentari europei non critichino l’Ungheria perché sta facendo ciò che è obbligatorio fare e ci lascino fare quello che è scritto nei regolamenti europei». Orban va all’attacco contro i vertici Ue. «I leader europei hanno dimostrato chiaramente di non essere in grado, di non avere la capacità di gestire la situazione», ha detto il premier ungherese dopo aver incontrato il presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz. «È noto che tocca ai singoli Paesi controllare le frontiere esterne. E questo sta facendo l’Ungheria». Poi l’attacco ad Angela Merkel. «Detto tra noi, il problema non è europeo, è un problema tedesco. Tutti vogliono andare in Germania. Nessuno vuole restare in Ungheria, Slovacchia o Estonia. Vogliono andare tutti in Germania». Poi sui migranti diretti in Ungheria. «Il punto è il senso di responsabilità, se accettassimo tutti, sarebbe un fallimento morale. Io vorrei dire “non venite, il viaggio è pericoloso”. La Turchia è già un Paese sicuro».

Poi sull’immediato, col voto di mercoledì in Parlamento a Budapest il premier ungherese conta, «a partire dal 15 settembre, passo dopo passo», di riprendere «il controllo delle frontiere». «Ora c’è una settimana in cui informeremo tutti sulle nuove regole» e dopo – avverte – le metteremo in pratica».  «In Parlamento abbiamo appena approvato un nuovo pacchetto di regole ed abbiamo una barriera e potrà cambiare la situazione a partire dal 15 di settembre. Ora c’è una settimana per la preparazione, informeremo tutti – spiega Orban -. I richiedenti asilo, i trafficanti e i Paesi vicini su quale sia il regolamento legale in Ungheria, quali saranno le nuove pratiche, come si viene in Ungheria e come non si può venire in Ungheria. Dopo quella settimana utilizzeremo questo nuovo sistema di regole». «Penso che il sistema avrà successo. Non prometto che avrà successo la mattina dopo – afferma il premier magiaro – ma credo che passo dopo passo l’Ungheria avrà il controllo del confine e potremo soddisfare le regole europee».