Nuove minacce dei parcheggiatori abusivi: adesso tocca a due studenti

Un altro episodio che vede coinvolto un parcheggiatore abusivo. A Caserta gli agenti hanno arrestato Francesco Pagano, 55 anni del posto, per tentata estorsione e minacce e resistenza a pubblico ufficiale. I poliziotti sono intervenuti dopo la segnalazione che, vicino alla facoltà di ingegneria, una persona minacciava alcuni studenti universitari. Giunti immediatamente sul posto i poliziotti hanno notato la presenza di Pagano, conosciuto come parcheggiatore abusivo, e di due studenti universitari. L’uomo, alla vista dei poliziotti, si è subito avventato contro di loro e li ha “invitati” ad allontanarsi affermando che avrebbe provveduto egli stesso a regolamentare la sosta sul posto. A quel punto gli agenti lo hanno subito condotto in commissariato, dove è stato accertato che l’uomo dapprima aveva scattato delle foto che ritraevano il numero di targa della vettura dei giovani universitari e poi aveva messo sotto i tergicristalli un biglietto di minacce in caso di mancato pagamento del “dovuto”.

Parcheggiatore abusivo , il precedente

A Roma un parcheggiatore abusivo straniero pretendeva dall’automobilista, un italiano di 23 anni, il pagamento della somma di dieci euro, quale compenso per averlo “aiutato” a parcheggiare l’autovettura, in un luogo, peraltro, dove è prevista la sosta a pagamento. Al rifiuto della vittima il parcheggiatore abusivo ha cominciato a inveire e proferire minacce nei confronti del giovane che, impaurito dalla veemente aggressione verbale, ha chiamato il 112. I militari intervenuti sul posto sono riusciti a rintracciare e ad arrestare lo straniero mentre si allontanava dal luogo dell’aggressione.