Ncd, se ne stanno andando tutti: altri 100 amministratori lasciano Alfano

Cento amministratori campani hanno deciso di seguire la parlamentare Nunzia De Girolamo nel suo rientro in Forza Italia e hanno lasciato Ncd. Incontreranno Silvio Berlusconi a Roma a Palazzo Grazioli. «Per ragioni di sicurezza – ha detto la stessa De Girolamo – non possiamo superare le cento persone e per questo all’incontro prenderanno parte solo ed esclusivamente sindaci, assessori e consiglieri comunali». La data dell’incontro potrebbe essere il prossimo 7 ottobre.

Ncd all’inferno con l’incubo di finire nelle braccia di Renzi

La rivolta contro Alfano cresce di ora in ora. «Dopo le ultime settimane di dichiarazioni contrastanti, discordanti, persino intimidatorie circa l’indirizzo politico del partito, ho deciso di rassegnare le mie dimissioni da coordinatore provinciale di Salerno del Ncd», ha detto a sua volta il senatore Giuseppe Esposito. «Oggi Angelino Alfano ha dichiarato che Ncd non confluirà nel Pd, pochi giorni fa il ministro Lorenzin, ospite a Porta a Porta, ha auspicato l’esatto contrario. In Campania c’è persino un coordinatore regionale che un giorno annuncia sui giornali la partecipazione del nostro partito alle primarie del Pd e qualche giorno dopo di voler correre autonomamente. Un classico “gioco delle tre carte” che mi lascia sconcertato, non oso immaginare i nostri militanti. Intanto – ha reso noto Esposito – metto a disposizione il mio ruolo di coordinatore provinciale, anche perché non saprei più in che modo coordinare o dare indirizzi sui territori se già alla testa del partito sussistono questi repentini e continui mutamenti di indirizzo».