Genova, centri sociali contro la sede di Forza Nuova: battaglia con la polizia

«L’inaugurazione della nostra sede di Genova ‬sta suscitando la solita reazione scomposta dei dinosauri dell’antifascismo, in servizio permanente effettivo e fuori tempo massimo». Lo ha dichiarato il segretario nazionale di Forza Nuova  Roberto Fiore commentando la manifestazione antifascista dei centri sociali a Genova in occasione della inaugurazione della nuova sede di Fn a Genova Sturla. Poche centinaia di agitatori dei centri sociali hanno tenuto un democraticissimo il corteo di protesta contro la nuova sede di Forza Nuova, che è stata inaugurata dal leader nazionale dell’organizzazione. La polizia ha creato una zona cuscinetto attorno alla sede di Fn e ha controllato a vista il corteo. Oltre la zona cuscinetto creata da carabinieri e polizia con i blindati un gruppo di iscritti a Forza nuova ha tenuto una contromanifestazione e ha issato uno striscione con scritto “Da 15 anni a Zena vicino alla gente. Firmato Forza Nuova”.

Forza Nuova ha regolarmente aperto la propria sede

I due cortei sono stati separati dalla zona cuscinetto. Durante la manifestazione dell’estrema sinistra, molto democraticamente una ventina di fumogeni sono stati sparati, insieme con bottiglie e altri oggetti, contro il cordone di polizia che divide la manifestazione dei centri sociali dal presidio di di Forza Nuova. La polizia non ha raccolto la provocazione e la manifestazione è continuata senza ulteriori problemi. Dopo il fitto lancio di lacrimogeni e bottiglie vuote contro il cordone di polizia schierato a protezione del ponte dove sorge la nuova sede di Forza nuova. I centri sociali hanno poi ripiegato verso piazza Ragazzi del ’99 dove si terrà un “presidio antifascista”.