Fitto duro: “Berlusconi è finito, nuovo centrodestra nasca dalle primarie”

«La stagione di Silvio Berlusconi è finita. Ma lui non vuole accettarlo». A ventiquattro ore dal ritorno sulla scena dell’ex premier, m cui ha ribadito il “no alle primarie”, l’ex fedelissimo Raffaele Fitto si sfoga. E mette la parola fine a una storia politica. Il Cavaliere – incalza “la Stampa” – vi ha definito “mestieranti della politica che considerano Forza Italia come un taxi”. Come risponde? «Berlusconi cerca sempre la polemica personale, lo scontro e l’insulto. Io non ho bisogno di risse. Ho sempre posto e pongo questioni politiche. Lui, invece, continua a raccontare cose nelle quali non crede più nemmeno lui».

Secondo Fitto, “Le proposte di Berlusconi non hanno copertura economica”

«Non si può tirare fuori un foglietto e leggere una serie di cose senza porsi il problema delle coperture. Non è credibile. Cosi si rischia di prendere in giro la gente. Le dico di più: le cose dette negli ultimi due giorni da Berlusconi impattano sulle casse dello Stato per più di 100 miliardi di euro. Una follia. E poi non può continuare a parlare di Putin come di un leader democratico. Ma come fa ancora oggi ad appellarsi ai 10 milioni di elettori che non vanno a votare, riproponendo la stessa minestra fallita negli ultimi anni, e, soprattutto, ignorando che i dieci milioni di italiani a cui si rivolge sono gli stessi che hanno abbandonato prima il Pdl, e poi Forza Italia?».

Milioni di italiani hanno abbandonato prima il Pdl e poi FI

«In primis dobbiamo avere il coraggio di dire che il centrodestra cosi come è stato immaginato fino a oggi è finito. Dobbiamo uscire da questa apatia da cui siamo stati travolti». E poi? «Bisogna ripartire da tutte le forze politiche che hanno il coraggio di individuare lo strumento di partecipazione democratica e che creino una base strategica per guardare ai prossimi anni». Dunque, per la leadership il passaggio obbligato saranno le primarie? «Certo. Lo decidano gli elettori chi sarà il leader. Nei prossimi giorni noi presenteremo una proposta di legge sul modello americano che regoli le primarie in modo da allontanare la lettura strumentale sulla poca trasparenza. Insisto: oggi tutti parlano di primarie. Facciamole, però». Matteo Salvini ha i requisiti per essere il leader del centrodestra? «Ripeto, lo decideranno gli elettori cM sarà il leader».