La Festa dei nonni compie 10 anni: iniziative in tutta Italia per celebrarla

Tre giorni e mille piazze per ringraziare i nonni, in occasione della loro festa che il 2 ottobre di quest’anno compie dieci anni. A promuovere l’iniziativa per celebrare gli “angeli custodi” delle famiglie italiane è la Fondazione Senior Italia, che haa lanciato anche l’hashtag #millepiazze. Testimonial d’eccezione saranno Alessandro Florenzi e Lino Banfi, che hanno deciso di prestare il volto a una manifestazione che vede anche il coinvolgimento della Lega B e del Coni e l’organizzazione di una “partita del nonno”. Ricordiamo che l’ideatore dell’iniziativa fu il senatore Francesco Pontone che  propose di istituire per legge, come festività civile, la Festa dei nonni nel 2004. La legge divenne poi esecutiva l’anno successivo, nel 2005.

Un aiuto concreto ai nonni d’Italia

Al centro dell’iniziativa, che si svolgerà dal 2 al 4 ottobre, ci sono i centri anziani, che si potranno sostenere con una raccolta di fondi. «La festa – ha spiegato Roberto Messina, presidente della Fondazione Senior Italia e di Federanziani – è innanzitutto l’occasione per ringraziare gli anziani, una generazione portatrice di un patrimonio inestimabile di esperienza e saggezza». «Abbiamo pensato di farlo – ha proseguito Messina – aiutando i novemila centri anziani di proprietà dei Comuni, che sono fondamentali come luoghi di aggregazione».

Primo: sconfiggere la solitudine

Diversi i risvolti sociali dell’iniziativa che, oltre al dovuto ringraziamento ai nonni, punta a diffondere la cultura di una terza età vissuta in modo pieno e appagante, con il necessario prerequisito della salute e dell’efficienza fisica. L’obiettivo, ha spiegato ancora Messina, «è sconfiggere la solitudine e spiegare agli anziani l’importanza di mantenersi attivi. Bisogna ricordare che il 50% è obeso, il 30% diabetico, dobbiamo far sì che siano il più possibile in salute». Un obiettivo portato avanti in collaborazione con il ministero della Salute. «I nonni sono la nostra salvezza, bisogna dire loro grazie. L’Italia è un paese che sta invecchiando, i giovani di oggi saranno nonni, ma rischiano di non avere nipoti. Dobbiamo incentivare la natalità da una parte, dall’altra aiutare la terza età ad essere sempre di più “seconda età”, sempre più attiva», ha detto il ministro Beatrice Lorenzin, portando la propria esperienza personale per testimoniare l’importanza dei nonni: «Mai come in questo momento mi rendo conto di cosa significa avere i nonni vicino», ha affermato il ministro, riferendosi alla recente nascita dei suoi due gemelli.