Balotelli ci ricasca: ritirata la patente a Brescia per eccesso di velocità

Andava a 109 chilometri all’ora incurante del limite di di 50 km/h e così a Mario Balotelli è stata ritirata la patente a Brescia per eccesso di velocità. L’ attaccante del Milan, scusandosi con gli agenti, ha anche detto: “Prima di divulgare la notizia aspettate che parli con il Milan e il mio agente”. Il fatto si è verificato nei pressi dell’abitazione bresciana del calciatore che ha detto di non essersi accorto del limite di velocità.

Tutte le bravate di SuperMario Balotelli

L’ennesimo scivolone di SuperMario che continua a fare notizia per le sue “bravate”: dalle polemiche in campo e fuori agli incidenti con le sue automobili, passando per la casa andata in fiamme, il gossip a non finire e le uscite imbarazzanti sui social network. Tra le ultime, prima di un lungo silenzio social, la foto postata su Instagram che ritrae l’attaccante del Milan mentre prende la mira con un fucile puntato, corredata da una ‘minaccia’ (”un grande bacio a tutti coloro che mi odiano”). Che Balotelli andasse fuori dalle righe, lo si era notato fin dai primi tempi all’Inter, quando litigava furiosamente con l’allenatore di turno (prima Roberto Mancini e poi Jose’ Mourinho) e con i compagni, fino a irridere i tifosi nerazzurri sbandierando ai quattro venti che la sua squadra del cuore era, invece, il Milan. Il passaggio in Inghilterra non ha cambiato le cose. Come non ricordare l’incendio della sua casa a Manchester alla vigilia del derby: i pompieri sono chiamati d’emergenza a casa Balotelli per spegnere le fiamme nel suo bagno dopo l’esplosione di fuochi pirotecnici. Difficile, infine, mettere in fila tutte le infrazioni al codice della strada con le sue supercar.