Aeroporti di Puglia: l’esposto alla Corte dei Conti non riguarda l’attuale gestione

Da Aeroporti di Puglia riceviamo e pubblichiamo qui di seguito un comunicato di rettifica all’articolo pubblicato dal “Secolo d’Italia” il 28 agosto scorso dal titolo “Sprofondo rosso in Puglia: fedelissimo di Vendola indagato per danno erariale” . In realtà, nessuna indagine è a carico dall’Amministratore Unico di Aeroporti Puglia Spa Giuseppe Acierno.

Ecco il testo del comunicato: 

Con riferimento a quanto riportato stamani da alcuni Organi di informazione in ordine ad una richiesta documentale della Procura della Corte dei Conti – originata, così come riportato dalla stampa, da un esposto anonimo – Aeroporti di Puglia ribadisce che anche in questa circostanza, così come già avvenuto per precedenti analoghe richieste, ha tempestivamente ed esaustivamente fornito tutta la documentazione richiesta. Nell’occasione è altrettanto doveroso evidenziare che i fatti e le circostanze citate nell’esposto anonimo si riferiscono ad anni antecedenti l’attuale gestione, iniziata nella primavera del 2013 e che, ove a conclusione del procedimento dovesse essere effettivamente accertata la sussistenza di un danno erariale, Aeroporti di Puglia provvederà a rivalersi nei confronti di chi materialmente tale danno ha provocato.

È bene precisare, poi, che nel corso di questi due anni e mezzo è stata avviata una profonda rivisitazione delle procedure e delle regole aziendali, riservando una forte attenzione al contenimento dei costi e alla trasparenza. A tal proposito, sempre con riferimento ad alcuni dei punti evidenziati negli articoli di stampa, si sottolinea come Aeroporti di Puglia si sia dotata di un nuovo regolamento per il recupero crediti che, entrato a regime, ha portato nel 2014 a un abbattimento del 32% dei crediti in sospeso. La stessa società Biblios, citata nell’articolo, è sottoposta a un piano di rientro con il quale si sta recuperando parte del credito che negli anni precedenti non era stato riscosso. Ciò vale per la Biblios come per tutti gli altri sub concessionari sottoposti a un costante e rigoroso controllo.

In relazione poi agli incarichi tecnici affidati al professionista citato negli articoli di stampa, Aeroporti di Puglia chiarisce che lo stesso non ricopre più il ruolo di Coordinatore dell’Ufficio Tecnico e che la sua collaborazione per la progettazione e la direzione dei lavori di potenziamento dell’aeroporto di Grottaglie e per la direzione artistica dei lavori di ampliamento dell’aerostazione passeggeri di Bari (quest’ultima affidata nel 2012) è terminata per scadenza dell’incarico. Sempre a proposito di affidamento di incarichi professionali, Aeroporti di Puglia, a partire da marzo 2013 ha posto una particolare attenzione alla rotazione dei professionisti. Queste procedure, unitamente ad altre iniziative di razionalizzazione della spesa e di maggior trasparenza negli atti, sono gli elementi caratterizzanti di una gestione che continua a generare risultati importanti per la Puglia, la cui crescita è anche ascrivibile all’impegno del management e dell’intera forza lavoro.