Un luglio 2015 da record: il più caldo in assoluto dal 1800 a oggi

Mai così caldo dal 1800. Il luglio appena trascorso è stato davvero da record: non solo ha fatto registrare 3,6 gradi in più della media del periodo di riferimento (1971-2000), ma si è attestato come il più caldo in assoluto da oltre due secoli, ovvero da quando si eseguono osservazioni strumentali nel nostro Paese.

Lo studio del Cnr sul luglio da record

A rivelarlo è il Cnr, attraverso il responsabile banca dati di climatologia storica dell’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima, Michele Brunetti. L’anomalia, spiega l’esperto, «ha addirittura superato di circa un grado quella del luglio 2003, che si fermò a +2.6°C. Il 2003, fino al mese scorso, risultava il detentore di quattro primati mensili assoluti: i mesi di maggio, giugno, luglio e agosto erano infatti i più caldi di sempre con anomalie rispettivamente di +2.8°C, +4.82°C, +2.6°C e +3.8°C rispetto al periodo di riferimento». Il caldo record di luglio 2015 porta anche la media parziale dell’anno in corso (calcolata sul periodo gennaio-luglio) a un’anomalia superiore a quella del 2014, che chiuse a +1.45 gradi come anno più caldo di sempre. Le precipitazioni di luglio 2015 per l’Italia, infine, sono state piuttosto contenute, con anomalie negative sulla maggior parte del territorio.