Una suora s’improvvisa detective e fa arrestare a Firenze due ladri d’auto

Dalla fiction alla realtà. Come nella serie televisiva Che Dio ci aiuti – in cui Elena Sofia Ricci, nei panni di suor Angela, “ficca il naso” in numerose indagini di polizia – una suora si è improvvisata detective e ha fatto arrestare a Firenze due ladri che avevano scassinato un’auto in sosta. La religiosa ha chiamato il 113 fornendo una descrizione precisa che ha permesso alla polizia di identificare e fermare in pochi minuti un marocchino di 21 anni, senza fissa dimora, e una fiorentina di 24.

Suora detective scopre due ladri d’auto e li fa arrestare

L’episodio è accaduto nel centro storico in via Giusti. La suora, 54 anni, di origine indiana, vive in un convento vicino. Alla polizia ha raccontato di essere stata svegliata nella notte da un rumore di vetri infranti. Si è affacciata alla finestra e ha visto i due ladri, così si è messa a gridare mettendoli in fuga. Poco dopo i due sono tornati, ma la donna li ha sentiti di nuovo e si è affacciata ancora alla finestra della camera facendoli scappare. I due, proprio grazie alla sua descrizione precisa, sono stati fermati poco dopo in piazza Duomo. Con loro avevano una borsa piena di refurtiva: un navigatore satellitare e alcuni cavi rubati nel suv, e altri oggetti, probabilmente rubati altrove, tra cui orologi da polso, frontalini di autoradio, accessori per telefoni cellulari, carte carburante prepagate.