Spunta un’altra vignetta satirica. E in Medio Oriente esplode la rabbia

Una vignetta satirica pubblicata da Baha Yassin, noto fumettista di una rivista di Hamas a Gaza, ha alimentato estese polemiche in Cisgiordania e a Gaza e nuove frizioni fa al-Fatah e Hamas. Apparsa sul web poco dopo la uccisione del bimbo palestinese Ali Dawabsheh nel rogo della sua casa, la vignetta mostra una donna palestinese cisgiordana mentre ha un “rapporto intimo” con un israeliano stereotipato.

 I contenuti della vignetta satirica

Questi è vestito di nero, ostenta una stella di David sulla schiena, ha un naso pronunciato e orecchie a punta. L’uomo tiene una mano sul seno della donna, e con l’altra colpisce a morte con una mitraglietta i figlioletti. A poca distanza un militante di Gaza esclama: «Su Cisgiordania! Alzati, difendi il tuo onore e i tuoi figli!». Ma la donna replica, con un debole sorriso: «Vorrei poterlo fare, ma non ho il permesso». A pochi passi dalla scena un ufficiale della sicurezza dell’Autorità palestinese (Anp) sembra non curarsi di quanto accade e fuma imperturbabile. In Cisgiordania la collera è stata immediata perché la vignetta satirica – oltre a lasciare intendere che là le donne sarebbero di facili costumi – sembra rappresentarne gli abitanti come “venduti” alla occupazione israeliana. Anche a Gaza, a quanto risulta, le proteste contro Yassin – un parente del fondatore di Hamas, sceicco Ahmed Yassin – sono state molto elevate. Intanto un funzionario dell’Anp ha alimentato nuove polemiche: «Gli abitanti di Gaza – ha detto, citato dalla stampa – non si sono sacrificati per la causa palestinese quanto quelli della Cisgiordania. Se vogliono dati e cifre possiamo fornirglieli».