Scampia, violenze e sassi contro gli autobus. Autisti scortati dai carabinieri

Cinque episodi di violenza in dieci giorni contro gli autisti dei bus di Scampia. Sassaiole e atti vandalici contro i pullman che hanno provocato il ferimento del conducente e di una passeggera. Vetri e parabrezza rotti e paura a bordo. A provocare il panico di conducenti e passeggeri sono un gruppo di teppisti adolescenti che entrano in azione appena hanno campo libero. Per contrastarli  sono intervenuti i carabinieri che hanno scortato durante le corse notturne i mezzi di trasporto pubblico urbano dell’Anm. A bordo c’erano anche militari in borghese.

A Scampia paura a bordo dei bus, l’Anm: ci saranno controlli notturni

L’Azienda napoletana dei trasporti ha spiegato con un comunicato  che i carabinieri hanno tenuto sotto controllo le linee N5 e N8 dalle 22 alle 3, «un servizio che verrà eseguito periodicamente compatibilmente con la disponibilità di uomini e mezzi». «L’azienda – ha detto Alberto Ramaglia, amministratore unico Anm – non ha mai sottovalutato la richiesta di sicurezza che proviene dai dipendenti, né quella dei cittadini utenti e per questo si è fatta carico a sue spese, negli anni, dell’installazione di telecamere sui bus, in metro e funicolari, e della presenza di guardie giurate nelle stazioni con unità cinofile. Deterrenti efficaci che tuttavia non esauriscono il fenomeno che continua a crescere in modo preoccupante rappresentando una triste fotografia di quello che sta diventando la vita urbana».