Rapina alla Diabolik nella gioielleria Bulgari di Napoli: ladri nelle fogne

Non è una scena di un film. Non si tratta del Pomeriggio di un giorno da cani, con Al Pacino. E nemmeno di un fumetto di Diabolik con Ginko in agguato ed Eva Kant pronta a intervenire. Nella famosa gioielleria Bulgari di Napoli, in via Filangieri, nel cuore del salotto buono partenopeo, è andata in scena (reale) una incredibile rapina da cinquecentomila euro. La dinamica dell’azione dei malviventi ha lasciato tutti sorpresi perché quattro rapinatori hanno utilizzato le fogne e poi sono entrati armati nel negozio che non era ancora aperto al pubblico. All’interno c’erano solo i proprietari, presi quindi alla sprovvista.

Da Bulgari a viso coperto

I quattro malviventi, provvisti di guanti e con il viso coperto, non sono riusciti però ad arrivare ai gioielli più pregiati perché erano sistemati nelle vetrine protette. Ma hanno saccheggiato ciò che era rimasto in un armadio blindato sottostante. Sono poi fuggiti percorrendo a ritroso il percorso attraverso le fogne.

L’azione dei rapinatori è stata interrotta dall’intervento della vigilanza privata e dei carabinieri. Sul posto sono intervenuti i militari della compagnia Napoli centro e quelli del Nucleo Investigativo di Napoli che subito hanno dato il via alla caccia ai quattro fuggitivi scappati attraverso le fogne.