Processo a Renzi: “Tu e il tuo governo avete voluto l’invasione dei migranti”

Non si placa l’invasione dei migranti, mai così devastante come in questo 2015: «Il mare ci consegna ogni giorno nuovi sbarchi. L’emergenza continua ed è un’emergenza economica, sociale e legata al tema della sicurezza». Lo ha denunciato la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, che ha così proseguito: «La Fondazione Moressa ha fatto un sondaggio tra gli islamici che vivono in Italia e ha scoperto che il 3% di loro, circa 50 mila persone, ritiene che l’Isis professi il vero Islam. Questo significa che considerano giusto e normale le decapitazioni, la persecuzione dei cristiani, la lapidazione delle donne e le altre cose drammatiche che stiamo vedendo accadere. Noi siamo stufi del pressapochismo e della superficialità con cui il governo affronta questa emergenza, scaricando le responsabilità una volta sui sindaci, una volta sui prefetti e una volta sull’Europa. Tutti sono responsabili, fuorché Renzi e Alfano, che invece sono i principali responsabili», ha aggiunto. La Meloni ha così concluso: «Come Fratelli d’Italia continuiamo a chiedere un approccio serio al problema, una missione europea in Libia per aprire lì i centri d’accoglienza per i migranti e distribuire dalla Libia direttamente nei 28 Paesi della Ue chi ha diritto all’asilo politico. Per tutti gli altri in Italia non c’è più spazio».

Il governo Renzi incoraggia l’invasione dei migranti

È Palazzo Chigi ad aprire le porte e dare il via libera all’invasione dei migranti. Il senatore Maurizio Gasparri, di Forza Italia, ha denunciato il governo Renzi per la cattiva gestione dell’emergenza clandestini: «Altre migliaia di clandestini portati oggi in Italia. Una vergogna intollerabile. Uno scafismo di Stato voluto da Renzi che massacra gli italiani e promuove l’invasione africana dell’Italia a nostre spese. Questa politica è anche la causa delle morti moltiplicate dall’incoraggiamento delle partenze. Renzi è nemico dell’Italia e causa del disastro umanitario insieme a tutte le propagandiste terzomondiste tipo Sami, la nuova Boldrini in cerca di gloria», ha accusato il senatore azzurro. Infine, il commento della Lega a questa insostenibile situazione viene da Roberto Maroni: «Io sto con i sindaci che difendono la loro comunità. Padroni a casa nostra». Il presidente della Lombardia commenta così, via Twitter, l’ipotesi che i sindaci che non accolgono i richiedenti asilo smistati dal governo vengano denunciati.