Polonia, ritrovato il treno dell’oro nascosto dai nazisti nel 1945

Ritrovato il famoso treno dell’oro dei nazisti. E’ il treno che i nazisti tedeschi caricarono di oro e oggetti preziosi nel 1945 in Polonia, e che poi scomparve nel nulla. Ad annunciare il ritrovamento è stato, in un conferenza stampa a Varsavia, il viceministro della cultura Piotr Zuchowski. ” Al 99 per cento si tratta del famoso treno. Non sappiamo cosa ci sia davvero a bordo”, ha detto il viceministro, il quale
ha dichiarato di aver visionato delle fotografie geo-radar del treno sulle quali era possibile individuare piattaforme e cannoni. Il treno si troverebbe su un binario del comune di Walbrzych nel sudovest della Polonia. “Non sappiamo che cosa ci sia dentro, probabilmente materiale militare, oggetti preziosi, opere d’arte o archivi”, ha detto ancora Zuchowski. Il ritrovamento sarebbe stato possibile perché il luogo in cui era stato nascosto il ‘mitico’ convoglio è stato rivelato poco prima di morire da un uomo che ha partecipato nel 1945 all’azione di occultamento.

Polonia, il convoglio apparteneva alla Wehrmacht

Secondo il viceministro, i due ricercatori che hanno raccolto la testimonianza e che hanno giorni fa annunciato il ritrovamento del treno, chiedendo il 10% del valore del presunto “tesoro” in cambio delle informazioni, potrebbero ricevere la quota rivendicata, in forma di un premio del ministero di cultura. Il ritrovamento confermerebbe le tanti voci che circolavano da anni nella regione ai confini con la Repubblica Ceca, vicina all’antica città tedesca di Breslavia. Il treno sarebbe appartenuto alla Wehrmacht, l’esercito regolare tedesco. Durante il ritiro delle truppe di fronte all’avanzata sovietica sul finire della guerra, il treno fu fatto sparire. Dopo essere entrato in una galleria tra le montagne., non sarebbe più riemerso. Lungo circa 150 metri, conterrebbe al suo interno parte del bottino sottratto ai nemici, oltre a materiale di guerra.