Nuova tragedia in discoteca: a Marina di Camerota muore un 27enne

Un giovane di 27 anni di Mugnano (Napoli) è morto la scorsa notte a Marina di Camerota (Salerno) colpito alla testa da frammenti di roccia che si sono staccati da un costone durante un violento nubifragio. Il giovane – si apprende da fonti dei Carabinieri – si trovava in una discoteca all’aperto. L’incidente – si apprende dai carabinieri – è avvenuto poco dopo mezzanotte. Il giovane si trovava nella discoteca all’aperto Ciclope, che si trova sotto un costone roccioso dal quale, durante un violento nubifragio, si sono staccati frammenti da un’altezza di circa 60 metri. Alcuni dei frammenti hanno colpito alla testa il giovane che è morto all’istante. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Sapri (Salerno) che stanno facendo le indagini per ricostruire con precisione quanto è accaduto. Il locale è stato posto sotto sequestro per ordine della Procura di Vallo della Lucania (Salerno).

È accaduto lunedì notte nella discoteca Ciclope

È stato un grosso masso – secondo quanto si apprende – ad uccidere Crescenzo Della Ragione, il giovane di 27 anni di Mugnano (Napoli), travolto da un movimento franoso verificatosi la scorsa notte dalla roccia sovrastante la discoteca Ciclope di Marina di Camerota (Salerno). Il giovane – viene riferito – si trovava all’interno del locale nelle vicinanze dell’ingresso quando improvvisamente è stato colpito dal masso e successivamente da pietrisco staccatosi dal costone a seguito di un violento temporale. Sulla vicenda indagano i carabinieri della compagnia di Sapri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania. La salma di Della Ragione si trova nell’obitorio dell’ospedale di Vallo della Lucania. La Procura ha disposto l’esame autoptico che sarà effettuato dal medico legale Adamo Maiese nelle prossime ore. Crescenzo Della Ragione si trovava nel Cilento per trascorrere la vacanza con un gruppo di amici. Il 27enne, studente universitario, lavorava saltuariamente come cameriere.