Modena, rapporti sessuali gay in pieno giorno. Tutto davanti ai bambini

Bambini spettatori involontari di incontri mercenari tra gay. Capita anche questo. E capita nel modenese. Rapporti sessuali gay, in questo caso tra uomini, in pieno giorno ai ‘Laghetti Curiel‘ di Campogalliano. Il tutto, mentre un gruppo di bambini dai 6 ai 10 anni di un centro estivo transitava a piedi in un sentiero vicino vedendo, perciò, l’intera scena. La segnalazione denuncia è stata di  Valentina Mazzacurati, consigliere comunale di Forza Italia di Campogalliano e coordinatrice di Forza Italia Giovani di Modena, che in una nota ha aggiunto come il tutto sia avvenuto “dove abita il presidente della Regione Stefano Bonaccini“. Mazzacurati ha riferito che il fatto è accaduto mercoledì scorso e che i bimbi erano accompagnati da un insegnante che, vedendo la scena dei rapporti sessuali gay,  ha urlato per cercare di disperdere gli uomini avvistati dalla comitiva, alcuni dei quali in risposta avrebbero però inveito all’indirizzo della maestra. “Purtroppo – dice Mazzacurati – questo è uno dei tanti casi che si verificano da vent’anni presso i Laghetti, che sono un bacino molto importante di pesca ed anche di rilevanza europea per il canottaggio. Forza Italia, in opposizione alle amministrazioni di sinistra che si sono alternate, ha sempre fatto presente il problema della presenza di scambisti, di coppie che si incontrano per appuntamenti di natura sessuale, ed addirittura negli ultimi anni anche di prostituzione maschile di ragazzi molto giovani, senza ottenere nessun provvedimento da parte del sindaco”.