Minacce all’Occidente: il figlio di Bin Laden raccoglie l’eredità del padre

«Trasferite la guerra da Kabul, Gaza e Baghdad a Washington, Londra, Parigi e Tel Aviv». È la chiamata a portare la guerra in Occidente fatta da Hamza bin Laden, uno dei figli di Osama, in un audio introdotto dal leader di al Qaeda, Ayman al Zawahri. Nel messaggio, l’erede dello sceicco del terrore si rivolge ai “lupi solitari”.

Il “delfino” di Osama bin Laden

A dare notizia del messaggio è stato il Site, il portale di monitoraggio del jihad online fondato e diretto dalla controversa Rita Katz. Secondo il Site, Hamza potrebbe diventare il nuovo leader del network del terrore. Nato nel 1991, il giovane appare in numerose foto con un ak47 accanto al padre Osama. Alcune lettere trovate nel compound di Abbottabad in Pakistan, dove il fondatore di al Qaida è stato ucciso da un blitz dei Navy Seal Usa nel 2011, sembrano indicare che Osama considerasse Hamza il suo erede naturale e “delfino” per guidare al Qaida.

L’audio registrato un mese fa

Il “principe del terrore”, come è stato soprannominato il figlio di bin Laden, apparve per la prima volta in un video all’età di 16 anni. «Accelerate la distruzione dell’America, della Gran Bretagna, Francia e Danimarca», diceva in quella occasione. Nel nuovo audio, Hamza cita diversi leader e formazioni della galassia jihadista, tranne l’Isis e al Baghdadi. Secondo il Site, è stato registrato circa un mese fa, perché il figlio di bin Laden cita il mullah Omar, la cui morte è stata resa nota dai talebani a fine luglio.