In vigore il codice della strada, anche i sedicenni in due sul motorino

È entrato in vigore il codice della strada e le novità maggiori riguardano il motorino: anche i sedicenni potranno andare in due sul ciclomotore. Le nuove regole entrate in vigore recepiscono quanto previsto dalla legge europea del 2014. Quindi maglie più larghe e meno sicurezza considerato che prima della riforma poteva portare un passeggero sul motorino solo chi aveva compiuto 18 anni. Il divieto di circolazione resterà in vigore solo per i quattordicenni in motorino e in caso di ciclomotori non idonei al trasporto di due persone. Tale circostanza è stata, peraltro, confermata da una circolare ministeriale di alcuni giorni fa.

Codice della strada, motorino e altre novità

Arriva, inoltre, la patente speciale per disabilità, che consentirà di trainare rimorchi senza limiti di peso (attualmente il tetto è di 750 chili). Rimane l’obbligo di conseguire il corrispondente titolo abilitativo per il traino del rimorchio non leggero (tranne nel caso di titolare di patente categoria “B” che guida un complesso veicolare la cui massa complessiva non superi 3.500 chili). Nel nuovo codice è stato eliminato poi il richiamo della residenza necessaria ai fini del rilascio di una patente di guida.
Altre novità anche in materia di esami di guida: gli esaminatori per il conseguimento della licenza “B” di guida dovranno essere titolari di una patente corrispondente da almeno tre anni mentre, per tutte le altre patenti, gli esaminatori in attività al 30 giugno 2015 saranno autorizzati a effettuare esami dopo aver concluso uno specifico percorso formativo. L’ultima modifica riguarda anche il campo visivo dei conducenti che, con la riforma vedranno elevate da 25 a 30 gradi le prescrizioni in materia di estensione verso l’alto.