Il Pd vuole insegnare la civiltà ai romani. Meloni: «Inizino da Marino»

Scambio di cordialità all’insegna del senso civico tra il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio e il neoassessore capitolino ai Trasporti, il senatore Pd Stefano Esposito, con il primo che chiede un intervento contro la sosta selvaggia a Roma e il secondo che risponde che sarà sua cura intervenire contro l’inciviltà dei romani. Ma il colloquio appare come un teatrino surreale per diversi motivi.

Tra Delrio ed Esposito un teatrino surreale

Il primo: lo scambio si svolge su Twitter e non si capisce bene perché, se non per una mera logica mediatica, visto che i due potrebbero parlarsi direttamente. Il secondo è che il ministro incorre in una ingenerosa generalizzazione sui romani, tutti additati indistintamente come automobilisti incivili. Il terzo è che, a Roma, il primo a essersi dimostrato non esattamente correttissimo in fatti di parcheggi è proprio il sindaco Ignazio Marino, come ha ricordato poi Giorgia Meloni cinguettando a sua volta all’indirizzo dei due esponenti Pd.

Quegli incivili dei romani…

«Caro Stefano mi spieghi perché i romani parcheggiano sulle corsie preferenziali costantemente ed impunemente? Dai tu una svolta… buona», ha scritto Delrio, ricevendo immediatamente una risposta rassicurante da parte di Esposito. «Esiste un problema di inciviltà, ma l’assenza dei controlli aiuta queste pratiche. Mio compito cambiare questo andazzo», ha scritto il neoassessore capitolino.

Meloni ricorda la “sosta selvaggia” di Marino

Uno scambio ridicolizzato dalla presidente di Fratelli d’Italia. «Graziano Delrio, hai trovato la preferenziale occupata quando sei passato con l’auto blu? Hai visto se era una Panda Rossa ad ostacolarla?», ha scritto Meloni, facendo riferimento alla vicenda dell’auto del sindaco, più volte “beccata” in sosta in aree in cui non avrebbe avuto diritto. «Invece di generalizzare sui romani, cominciate ad educare il vostro sindaco genovese Marino», ha chiosato quindi Meloni.