Bocciato pure sulla scuola: Fratelli d’Italia contro So-Marino

«Come Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale auguriamo al personale del settore educativo-scolastico, ai bambini di cui il nostro personale si prende cura ogni giorno con competenza, professionalità e dedizione, e alle famiglie che hanno dato fiducia ai servizi di Roma Capitale, un buon inizio di anno scolastico. Un augurio sincero agli insegnanti, che in questi anni stanno subendo vessazioni e stress che stanno minando la storica eccellente qualità dei progetti educativi di Roma Capitale». Così in una nota congiunta gli esponenti di Fdi-An, Fabrizio Ghera capogruppo in Campidoglio e Laura Marsilio dirigente nazionale. «Mentre la precedente giunta aveva avviato un percorso virtuoso attraverso un piano regolatore per l’infanzia, basato anche su nuove assunzioni, stabilizzazioni, sull’apertura di nuovi servizi pubblici e privati – aggiunge – con questa pessima Giunta vengono invece tagliati gli stipendi agli insegnanti, escluse le precarie storiche e penalizzate le famiglie romane con la riduzione dei servizi. Il neo assessore infatti comunica addirittura via tweet e a mezzo stampa la lungimirante soluzione di far funzionare i nidi per mezza giornata, una soluzione di ripiego per prendere tempo rispetto al vuoto normativo sulle precarie comunali dovuto al mancato presidio di Marino sulla scuola.

 

Fratelli d’Italia protesta in Campidoglio

L’incapacità di questo sindaco anche sul comparto scuola è sotto gli occhi di tutti, come abbiamo denunciato con la campagna “SoMarino la scuola ti boccia”. La Capitale corre il concreto rischio che il settore scuola si trasformi in un caos totale, e per questo ribadiamo a Marino e alla sua giunta di chiedere una deroga al Governo, all’interno dei poteri per Roma Capitale in vista del Giubileo, affinché vengano salvaguardati tutti i posti di lavori che altrimenti verrebbero tagliati, così come il personale insegnante precario».