Attentati di Bangkok: c’è l’identikit di un sospetto, ricercato uno straniero (video)

La polizia thailandese ha offerto un milione di bath, l’equivalente di 25mila euro, per informazioni sull’autore o gli autori dell’attentato di lunedì al santuario Erawan di Bangkok che ha provocato almeno 20 morti e 126 feriti. Nell’ambito delle indagini la polizia ha inoltre convocato alcuni stranieri per interrogatori. Secondo un portavoce della polizia, Prawut Thavornsiri, un mandato d’arresto per il giovane ripreso in un video e sospettato di aver piazzato l’esplosivo verrà emesso presto. Quella che sembra essere la pista prediletta dagli investigatori condurrebbe a una possibile vendetta degli uiguri, la minoranza musulmana turcofona in Cina, per il rimpatrio forzato di 109 di essi dalla Thailandia. Secondo il Bangkok Post, inoltre, l’intelligence thailandese aveva informazioni su un possibile attacco contro obiettivi cinesi a Bangkok dopo l’11 agosto. Il santuario Erawan è particolarmente frequentato da turisti cinesi, e finora tra i morti dell’attentato identificati sei sono cinesi.

La Farnesina: a Bangkok nessun italiano tra le vittime

La polizia, intanto, ha rilasciato un identikit del ricercato La polizia thailandese ha emesso un mandato di arresto contro il giovane sospettato di aver piazzato l’ordigno esploso lunedì sera a Bangkok, aggiungendo di considerare l’uomo “uno straniero”. Lo riferiscono i media locali. Gli investigatori sono inoltre sulle tracce di altri giovani che appaiono nel video, con una maglietta rossa e una bianca. Nel filmato, per quanto sgranato, i due sembrano far casualmente spazio al ragazzo con la maglietta gialla che poi lascia lo zaino a terra. Successivamente, si soffermano per una decina di secondi coprendo l’ultimo arrivato. La coppia di sospettati si allontana poi insieme, mentre il giovane contro cui è stato emesso il mandato di arresto li segue pochi secondi dopo e si allontana da solo, senza lo zaino. Intanto, la Farnesina, attraverso l’ambasciata in Thailandia, ha terminato le verifiche sui nominativi dei deceduti e dei feriti dell’attentato terroristico di Bangkok. Tra questi non risulta nessun cittadino italiano. Lo riferisce una nota della Farnesina.