Anziana violentata e stordita con scariche elettriche: fermati 2 romeni

Si completa il quadro, si ricostruisce tutto il giallo dell’anziana violentata. Sono stati infatti fermati dalla polizia gli altri due romeni – uno di 39 e l’altro di 42 anni – componenti della banda che il 17 agosto ha rapinato in casa, picchiato selvaggiamente e stuprato una sessantanovenne nel rione Carbonara, a Bari. Nei giorni scorsi i poliziotti avevano già arrestato Daniel Flavius Lunga, anche lui romeno, di 26 anni. Era stato accusato di rapina, lesioni aggravate e ritenuto l’unico autore della violenza sessuale. I tre avevano stordito la donna con scariche elettriche prodotte con un Taser, lasciandola tramortita sul pavimento. Momenti di vero terrore, un incubo che sembrava infinito.

L’anziana violentata ricoverata in forte stato di choc

La donna è stata ricoverata in ospedale ed è tuttora in forte stato di choc. Guarirà in circa 30 giorni. E’ stata la stessa anziana violentata (vedova 69enne) a fornire elementi utili alle indagini che hanno portato agli arresti. Il resto lo hanno fatto le impronte digitali repertate in casa e le immagini riprese dalla telecamere di sicurezza della zona. I tre rapinatori entrarono nell’abitazione da una finestra. Dopo le violenze fuggirono con alcuni oggetti personali, 100 euro ed un televisore. I due fermi sono stati eseguiti da agenti della Squadra mobile e della Volante della Questura di Bari.