Usa, stavolta l’ennesima strage è in famiglia: cinque le vittime

Ancora una strage in Usa. Allertati da una misteriosa chiamata al servizio di emergenza, gli agenti di polizia di una cittadina dell’Oklahoma sono arrivati in una elegante casa e si sono trovati davanti una strage: in un lago di sangue, i cadaveri di cinque persone, tutte uccise a coltellate. E hanno trovato anche una bambina gravemente ferita, e un bambino rimasto invece miracolosamente illeso. Sono tutti membri di una stessa famiglia. Poco dopo e poco distante, gli agenti hanno poi fermato due ragazzi, di 16 e 18 anni, a loro volta parenti delle vittime, ha reso noto la polizia locale, senza precisare il grado di parentela. Abitavano tutti nella stessa casa, a Broken Arrow, un tranquillo sobborgo di Tulsa, sul fiume Arkansas. “Sembra che i due sospetti siano scappati da una porta sul retro mentre stavamo arrivando”, ha detto il sergente Thomas Cooper, della polizia locale. Sono stati rintracciati in un bosco con l’aiuto dei cani poliziotto. Poco prima della mezzanotte scorsa, qualcuno ha chiamato il 911, il numero di pronto intervento della polizia. Una chiamata “muta”, per avvertire della strage, fatta da qualcuno che senza parlare ha lasciato la linea aperta: cosi’ la polizia ha rintracciato il numero di provenienza, ed e’ arrivata nella casa di Broken Arrow. E ha scoperto la strage, che e’ stata scioccante per gli abitanti della zona, ma anche per gli stessi agenti della polizia chiamati ad esaminare la scena del crimine. “Sono scioccata e mi sento cosi’ triste per coloro che devono entrare nella casa. Basta vedere le facce dei poliziotti quando escono”, ha commentato una vicina, Patricia Statham. “E’ una scena davvero raccapricciante e senza precedenti per cio’ che riguarda il tipo di crimini che abbiamo a Broken Arrow”, ha detto il sergente Cooper, aggiungendo che nella cittadina, in cui vivono circa 100 mila persone, in genere vengono registrati uno o due omicidi “ogni paio d’anni”. Ed e’ anche un crimine particolarmente complicato, tanto che la polizia della cittadina ha chiesto assistenza alla polizia dello stato dell’Oklahoma per le indagini. Al momento non c’e’ alcuna indicazione sul possibile movente. Helen Hoagland, una signora che abita nello stessa zona da 42 anni, ha detto all’Associated Press che a volte vedeva la madre camminare per il quartiere con alcuni bambini, che “sembravano ok. Li vedevo giocare. Vedevo i ragazzi falciare l’erba del prato davanti alla casa”. “Tutto questo – ha aggiunto – e’ pazzesco, assolutamente pazzesco”.