Truffavano e derubavano anziani in tutta Italia. Arrestati quattro nomadi

Era specializzata in truffe e furti agli anziani e operava in diverse regioni italiane la banda di nomadi piemontesi arrestata dalla squadra mobile di Trieste. La banda era composta di quattro persone, tra cui una donna, già noti alle forze dell’ordine per numerosi precedenti a carico soprattutto in materia di reati contro il patrimonio.

Si fingevano vecchi amici della vittima

Le misure cautelari sono state emesse al termine di una articolata indagine coordinata dalla Procura di Trieste, ma portata avanti nelle sei diverse regioni in cui i nomadi attuavano i loro crimini: Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte e Veneto. Il gruppo si muoveva in modo sincronizzato e con compiti specifici: individuata la vittima, la donna si presentava all’anziana fingendosi una vecchia conoscenza e con modi gentili e affabili intavolava una conversazione riuscendo a carpire l’indirizzo di casa. A quel punto la malvivente, al momento di congedarsi, sottraeva le chiavi di casa alla vittima. I tre uomini poi entravano nell’abitazione e compivano i furti.

Ai nomadi sequestrati anche auto e camper

Nel corso delle indagini la polizia è riuscita anche a sventare numerosi furti. Le misure cautelari sono state eseguite all’alba nei luoghi di residenza dei nomadi. Oltre agli arresti, il blitz della Mobile triestina, in collaborazione con quelle di Cuneo e Torino, ha portato anche al sequestro di diverse autovetture e camper utilizzati dai banditi per le loro azioni.