Torino, romeno ubriaco travolge 2 pedoni e ne uccide uno. Arrestato

È risultato positivo all’alcol test il romeno di 36 anni che, a Torino, ha ucciso un uomo e ferito gravemente una donna dopo averli travolti con la sua auto, mentre erano sul marciapiede. L’uomo è stato arrestato e ora si cerca un complice.

Alcol nel sangue 4 volte più del limite

Il livello di alcol trovato nel sangue dell’arrestato era di oltre due grammi per litro, pari a più di quattro volte il limite di legge. La Bmw 320 che guidava e che ha travolto le vittime a folle velocità è stata sequestrata e riportava i segni dell’urto, avvenuto in Via Bologna, nel quartiere torinese di “Barriera di Milano”. Dopo aver investito le due vittime il pirata ha cercato di fuggire, ma è stato bloccato da una pattuglia di carabinieri. I due investiti sono stati trasportati in ospedale, ma per Emilio Costa, un uomo di 61 anni non c’è stato nulla da fare. Versa invece in gravi condizioni l’altra vittima, una donna di 35 anni di origine albanese. Ora carabinieri e la polizia municipale stanno cercando il complice del pirata, fuggito a piedi dopo l’incidente. L’arrestato, che ha ammesso le sue responsabilità, non ha voluto rivelarne il nome.

Il pirata: «Non ero ubriaco, ho bevuto dopo»

«Non è colpa mia, ho perso il controllo dell’auto che è slittata sui binari del tram e per evitare una vettura che era davanti a me, che aveva a bordo tre bambini, ho svoltato a sinistra e sono andato a finire sul marciapiede», ha sostenuto l’uomo, presentando una giustificazione anche  per il fatto di essere risultato ubriaco: «Dopo l’incidente sono fuggito in un bar e ho bevuto una o due birre». «L’ho detto agli agenti prima che effettuassero il test», ha insistito l’uomo, dicendosi «disposto a risarcire e a pagare tutte le conseguenze». «Chiedo scusa, ma ormai – ha concluso – non si può più tornare indietro».