Spagna, reclutava bambine per l’Isis. Arrestata a Lanzarote

Reclutava bambine e adolescenti per l’Isis e ne favoriva il trasferimento in zone controllate dal Califfato. Per questo la polizia spagnola ha arrestato a Lanzarote, nelle Canarie, una donna di nazionalità spagnola.

I contatti con i responsabili Isis

La donna è stata trasferita a Madrid dopo l’inchiesta, ancora aperta, condotta dalla Audiencia Nacional, l’alta corte spagnola competente per i crimini internazionali. Secondo la stampa spagnola, la “reclutatrice” era in contatto diretto con responsabili del gruppo terrorista jihadista in Siria. È la terza operazione condotta in Spagna nelle ultime settimane contro il reclutamento di ragazze e giovani donne per l’Isis.

Più di 40 persone arrestate in Spagna

Dall’inizio dell’anno più di 40 persone sono state arrestate in Spagna per complicità con il gruppo jihadista responsabile di numerose atrocità in Siria e Iraq. La maggior parte per avere partecipato al reclutamento e all’invio di combattenti per le milizie del califfo al Baghdadi. Secondo il ministro degli Interni, Jorge Fernandez Diaz, almeno 116 spagnoli combattono in Siria e in Iraq con l’Isis e con al Qaida.