Sondaggio: la metà degli europei dice basta al trattato di Schengen

Preoccupati dall’immigrazione, gli europei vogliono in maggioranza dire basta alle garanzie di libera circolazione nello spazio Schengen. Questo il senso di un sondaggio Ifop per il quotidiano francese Le Figaro. I più favorevoli alla soppressione degli accordi di Schengen e al ripristino dei controlli alle frontiere, una delle richieste dell’estrema destra di Marine Le Pen, sono i francesi (67%), seguiti dai britannici (63%), dagli olandesi (59%) e dagli italiani (56%). Questi ultimi precedono di soli 3 punti i tedeschi, contrari al 53% a Schengen. Il sondaggio rivela anche gli italiani sono fra i meno favorevoli di questi cinque Paesi al rafforzamento di controlli alla frontiera (lo chiede soltanto il 23%, contro il 47% dei francesi) ma fra i più accesi sostenitori dell’aiuto allo sviluppo e alla stabilizzazione dei paesi del sud del Mediterraneo (61% contro il 33% dei francesi). Largamente maggioritaria in Italia la percentuale dei favorevoli alla ripartizione nei diversi Paesi europei dei migranti che sbarcano sulle coste italiane (81%). Dello stesso parere soltanto il 32% dei britannici, il 36% dei francesi, il 47% degli olandesi e il 69% dei tedeschi.

Per Bruxelles il trattato di Schengen è irreversibile

In risposta al sondaggio la portavoce della Commissione Ue per Affari interni e immigrazione Natasha Bertaud ha detto che “la creazione dello spazio Schengen è una delle più formidabili riuscite dell’Unione ed è irreversibile”. Secondo Bertaud inoltre il regolamento prevede gli strumenti necessari agli Stati per rispondere alle sfide della sicurezza.