Sbarchi, a Palermo nave con 717 migranti e 12 salme

Ancora sbarchi e morti nel Canale di Siclia. È approdata nel molo Pontone del porto di Palermo il Pattugliatore d’altura della Guardia Costiera Dattilo, con 717 migranti salvati nel corso di varie operazioni nel Canale di Sicilia. A bordo anche dodici salme, le vittime del naufragio avvenuto giovedì pomeriggio davanti alle coste libiche. A recuperare i cadaveri, dopo l’allarme smistato dalla centrale operativa della Guardia Costiera, sono stati lo stesso pattugliatore Dattilo, la nave Corsi e due motovedette partite da Lampedusa. Le operazioni di soccorso si sono svolte a 40 miglia a nord della Libia. I migranti erano a bordo di un gommone semi affondato, sul quale c’erano altre 106 persone che sono state tratte in salvo. Gli immigrati giunti in Italia dall’inizio dell’anno con 428 sbarchi sono 59.606. Si tratta in prevalenza di eritrei (25%), nigeriani (10%), somali (9%) e siriani (7%).