Roma, a Termini spuntano anche gli autobus “di linea” abusivi

Non solo i tassisti abusivi. A Roma ora spuntano anche gli autobus “di linea” abusivi. Uno scenario che non era stato immaginato neanche da Elio e Le storie tese quando, ne La terra dei cachi, cantavano: «Parcheggi abusivi, applausi abusivi, villette abusive…». E che invece è emerso a Termini: la polizia locale ha fermato un autobus che svolgeva un vero e proprio servizio di linea non autorizzato da via Marsala al centro commerciale di Castel Romano, dove tra l’altro sorge un noto outlet.

Una navetta da Termini a Castel Romano

A bordo dell’autobus c’erano 30 persone. Il prezzo del biglietto che avevano pagato in anticipo, come usa per le navette per gli aeroporti, era di 15 euro. Agli organizzatori di questo vero e proprio business, oltre al fermo del veicolo, sono stati comminati la sospensione della carta di circolazione da 3 a 8 mesi e un verbale di 422 euro, considerato che veniva utilizzato un servizio di linea di un veicolo per trasporto di persone non destinato a quell’uso.