Ramadan di sangue in Nigeria. Strage al mercato di Gombe: 49 morti

Ramadan di sangue in Nigeria. Almeno 49 persone, tra cui donne e bambini, sono rimaste uccise e diverse altre ferite, alcuni in gravi condizioni, in un doppio attentato avvenuto in un mercato a Gombe, nel nordest della Nigeria. Lo riferisce France 24.

Duplice attentato in Nigeria

Il bilancio delle vittime potrebbe salire in quanto molti feriti sono in gravi condizioni. Era gremito di persone alle prese con gli acquisti dell’ultimo minuto alla vigilia della fine del Ramadan, il mercato nigeriano di Gombe al momento della duplice esplosione che prodotto la strage. Lo ha raccontato un commerciante Badamasi Amin che si trovava ad una settantina di metri dal luogo delle deflagrazioni. «Stavo aiutando i feriti dopo la prima esplosione avvenuta davanti ad un negozio di scarpe, quando è scoppiato l’altro ordigno davanti ad un negozio cinese dall’altro lato della strada», ha detto il testimone dell’attentato in Nigeria, come riferisce l’emittente francese.

Sospetti su Boko Haram

Per il momento non è giunta alcuna rivendicazione del duplice attentato, anche se i sospetti si concentrano sui miliziani islamici di Boko Haram, l’organizzazione terroristica jihadista diffusa nel nord della Nigeria. È anche nota come Gruppo della Gente della Sunna per la propaganda religiosa e il  Jihad. Lo Stato di Gombe confina con Borno, Yobo e Adamawa, dove sono attivi i jihadisti che tentano creare un califfato islamico nel nordest della Nigeria.