Putin praticherà lo yoga, ma per ora solo come esercizio “spirituale”

Putin e lo yoga. Il presidente russo ha annunciato che comincerà a praticare questa disciplina e i giornalisti gli hanno chiesto due giorni dopo se avesse già cominciato: per non dire di no Putin se l’è cavata rispondendo che “lo yoga prevede un passaggio dalla perfezione fisica a quella spirituale. Supponiamo che io abbia cominciato con la perfezione spirituale”.

La promessa di Putin al premier indiano Modi

Tutto nasce da una promessa fatta dal presidente russo , noto per la sua passione verso la vita sana e gli sport, al premier indiano Narendra Modi. “Lo yoga è qualcosa che non ho mai fatto finora ma non può non essere attraente”, aveva detto Putin incontrando il capo del governo indiano alla vigilia del vertice Brics a Ufà. ”Vedrò  – aveva aggiunto – cosa mi permettono di fare le mie condizioni, partendo dal livello dal mio esercizio fisico. Quando si guarda il vero yoga, sembra che non si possa raggiungere quel genere di perfezione e il pensiero ti blocca”.

La chiesa russa diffidente verso lo yoga

Lo yoga è visto con sospetto e diffidenza dalla Chiesa ortodossa, come pratica estranea alla cultura e alla religione russe. In passato il patriarca di Mosca Kirill, incontrando i giovani, aveva osservato che lo yoga “si accompagna alla meditazione e questo lo vedo con molta diffidenza”. “Prassi del genere portano ad una distruzione dell’autocoscienza nazionale di una persona, della sua identita’ culturale”, aveva aggiunto, sconsigliando di avvicinarsi allo yoga.