Non si salvano nemmeno i Fori Imperiali: aggredita al grido “Allah è grande”

Attimi di terrore nel cuore di Roma. In via dei Fori Imperiali uno straniero senza fissa dimora, con un coltello, ha seminato il panico tra turisti e romani che sono fuggiti urlando. L’uomo, improvvisamente, al grido di “Allah è grande” ha puntato il coltello alla gola e poi ha fatto inginocchiare una turista, una ragazza italiana di 27 anni che con il suo fidanzato era seduta su un muretto. L’uomo è stato inseguito e bloccato subito dopo da una pattuglia dei vigili urbani.

Scena di terrore ai Fori Imperiali

Gli agenti della municipale sono riusciti a liberare la ragazza mentre i turisti che assistevano alla scena correvano via spaventati. I vigili urbani vista la grande quantità di turisti hanno evitato un inseguimento con l’auto e lo hanno rincorso a piedi. A piazza Venezia, all’altezza del Sacrario delle Bandiere, due degli agenti del Gssu lo hanno bloccato e disarmato, nonostante abbia tentato anche in modo violento di reagire al fermo. La ragazza aggredita è stata trasportata all’ospedale Santo Spirito sotto choc ma non aveva ferite, così come nessuno dei turisti in giro a quell’ora nell’area archeologica. L’uomo è stato invece arrestato e condotto in una cella di sicurezza del comando Trevi della municipale, che ha avviato un indagine per identificare il senza fissa dimora. L’uomo poi è stato portato in ospedale per accertamenti medici. «Un fanatico religioso o solo un folle? Di certo uno dei tanti immigrati che, grazie a un governo incapace di affrontare questa invasione, a nostre spese accogliamo nella nostra città. Certo è che questo episodio conferma, lì dove ve ne fosse bisogno, che Roma è una città insicura e pericolosa anche di giorno», ha scritto sulla propria pagina Facebook, Barbara Saltamartini, deputata di “Noi con Salvini”.