Più di mille migranti sbarcati in Sicilia. Saranno “smistati” dalle prefetture

Sono arrivati al porto di Palermo 785 migranti soccorsi al largo delle coste della Libia nei giorni scorsi. Sono sbarcati al molo Puntone a bordo della nave Siem Pilot. Sono 625 uomini, 133 donne e 27 minori di nazionalità eritrea, sudanese, siriana, etiope e bengalese. I migranti sono stati accolti dalla task force organizzata dalla prefettura e che vede coinvolti i sanitari dell’Asp di Palermo, della Croce Rossa, i volontari della Caritas e le forze dell’ordine. Verranno trasferiti nei centri autorizzati dalla prefettura e poi inviati nei centri di prima accoglienza nelle regioni italiane.  A Pozzallo è arrivata invece una nave militare irlandese con 468 migranti a bordo, soccorsi venerdì mentre navigavano divisi tra un barcone e un gommone. Solo 100 resteranno in Sicilia, mentre gli altri verranno trasferiti fuori dalla regione. Sbarco di migranti anche a Trapani anche dove sono giunte 102 persone sulla banchina Isolella a bordo della Medkon Lines, inserita nel dispositivo Triton.

Migranti sbarcati anche a Taranto

Sono invece 397 i migranti soccorsi nelle ultime ore nel canale di Sicilia e giunti nel porto di Taranto a bordo del pattugliatore della Marina militare italiana “Spica- P403”. Tra loro ci sono 367 uomini e 30 donne, di cui solo tre minori. Provengono dal Sudan, Nigeria, Pakistan, Eritrea, Bangladesh e Mali. Dopo lo sbarco i migranti sono stati visitati al presidio medico avanzato e sottoposti alle procedure di identificazione. I medici hanno accertato quattro casi di scabbia, uno di appendicite e congiuntivite cronica.