Messa in ricordo di Giampiero Arci. L’associazione: «È ancora d’esempio»

«Non dobbiamo buttare la spugna. Non rinunciamo al nostro sogno». Giampiero Arci parla ancora alla sua comunità politica e umana dai manifesti affissi nella Capitale con cui l‘associazione che ne porta il nome lo ricorda nel quattordicesimo anniversario della scomparsa, avvenuta il 23 luglio 2001.

La messa e l’impegno per i giovani

Come ogni anno, in memoria dell’esponente della destra romana sarà celebrata una messa, che si svolgerà giovedì 23 , alle 19.30, nella basilica di San Marco Evangelista a Roma. Un’occasione per ricordare Arci, ma anche per «ritrovarsi – spiega l’associazione Giampiero Arci – in un messaggio attualizzato e in un incentivo a fare sempre meglio, ciascuno nel proprio ambito». L’associazione intitolata all’avvocato che fu, tra l’altro, consigliere regionale del Lazio, infatti, tutt’oggi ne porta avanti l’impegno con iniziative ispirate al suo lavoro e alla sua vita e rivolte soprattutto ai giovani: dall’attività convegnistica a quella di promozione dello sport e dei suoi valori, fino alle borse di studio per giovani europeisti, legate tanto al percorso politico quanto all’attività di docente di diritto dell’Unione europea.

Il ricordo della sorella Enrichetta

«Tengo molto alla presenza di ciascuno degli amici di Giampiero e di chiunque vorrà unirsi a noi nel ricordarlo», ha spiegato la sorella e presidente dell’associazione, Enrichetta Arci, sottolineando che il contributo di ognuno «permetterà al suo esempio di uomo giusto di continuare a vivere divenendo voce ispiratrice, a me di avere un supporto morale e psicologico nel portare avanti il suo testimone per il bene della collettività e a noi tutti di vivere una circolarità di affetti e di ideali».