Marine Le Pen punta su Salvini: «È un leader in sintonia con gli italiani»

Marine Le Pen punta su Matteo Salvini come futuro leader del centrodestra. Lo dice in un’intervista rilasciata a Il Tempo. «Quando l’ho incontrato all’inizio i sondaggi davano risultati molto bassi. Però sapevo che era destinato a esplodere grazie alla sua capacità di comprendere i problemi veri degli italiani». Nell’intervista realizzata da Antonio Rapisarda la leader del Front National affronta temi scottanti, come quello che vede l’Europa alle prese con l’emergenza immigrazione. «Capisco perfettamente che l’Italia non vuole sopportare da sola l’immigrazione clandestina – dice la Le Pen – però sono anche contraria alle quote, la sola soluzione è di impedire a questi clandestini di arrivare. Dobbiamo far ripartire quanti di questi? Sessantamila? Centomila? E dopo, perché no, sei milioni? Non ha senso – prosegue la leader del Fn – le istituzioni ci spiegano che siamo incapaci, impotenti e che in realtà dobbiamo sottometterci all’immigrazione clandestina. Questo non è accettabile».

Le Pen lancia l’aut aut: «Questa Europa così non ha senso»

Detto che la Le Pen sta con la Grecia di Tsipras nella guerra contro la troika, invita semmai a guardare il vero nemico, finora sottovalutato dall’Europa. «L’Isis è una minaccia mondiale che ha prosperato con gli errori criminali dei nostri dirigenti. L’Isis ha prosperato anche a causa delle nostre debolezze e delle nostre incoerenze». L’errore principale? «Rifiutare un’alleanza efficace con quelli che potevano lottare con efficacia contro l’Isis: penso naturalmente alla Siria e alla Russia». Limiti questi, dettati ancora una volta dalla Ue, sempre più avulsa dagli interessi dei popoli. Ecco perché Le Pen avverte, che in caso di vittoria alle elezioni del 2017 porrà l’aut aut a Bruxelles: «O voi ridate al popolo francese la sua sovranità sul piano monetario, la sua libertà territoriale e legislativa o domanderò al popolo francese di uscire dall’Ue».