Insegnare filosofia ai bambini delle elementari aiuta il rendimento

A cosa serve la filosofia? Se qualcuno se lo domanda ancora, una risposta arriva dalla Gran Bretagna dove un esperimento ha portato questa materia di studio – liquidata dai “pragmatici” a oltranza come la più astratta e magari la più fumosa delle materie –addirittura fra i bambini di 9 e 10 anni delle elementari. Dimostrando, secondo i risultati ottenuti, che la filosofia serve eccome – anche fra i piccoli, al loro livello – e migliora il rendimento scolastico su tutti i fronti, dalla matematica alla lettura.

Filosofia, un progetto educativo per pensatori in erba

Il progetto, condotto fra 3000 bambini di 48 scuole del Regno Unito, è stato curato dall’Education Endowment Foundation. Ai giovanissimi filosofi in erba sono stati dati rudimenti di logica e strumenti di apprendimento per approfondire la loro inclinazione a porsi interrogativi, per sollecitarli a fare dei ragionamenti, per aiutarli a formare concetti. L’esito, secondo i ricercatori che hanno seguito l’esperimento, è stato notevole: un’accelerazione media della capacità d’apprendimento delle materie-base (aritmetica e scrittura) fino a tre o due mesi in meno rispetto ai programmi annuali. Miglioramenti in proporzione ancor più rilevanti, «sono stati registrati significativamente fra gli scolari svantaggiati», ha detto alla Bbc un responsabile del progetto, il professor Stephen Gorard, pedagogo della Durham University.