Hillary lancia le sue promesse elettorali strizzando l’occhio alla classe media

Hillary Clinton, in piena corsa per la nomination del partito democratico Usa, lancia le sue promesse elettorali strizzando l’occhio alla classe media americana (la più tartassata dalla crisi degli ultimi anni). Altra carta da giocare per Hillary è costituita dall’elettorato femminile. Fatto sta che Hillary promette di aumentare i salari e coinvolgere di più le donne nel mondo del lavoro ampliando l’accesso agli asili nido. Hillary Clinton , si prepara così a presentare la sua agenda economica, che sembra ricalcare alcune delle proposte chiave del secondo mandato del presidente americano, Barack Obama. Ma lo staff dell’ex segretario di stato si affretta a precisare che Hillary Clinton vuole offrire una “sua” ricetta, indipendente da Obama anche se in linea con quella dei democratici, che premono per un aumento del salario minimo e più spesa per le infrastrutture. Hillary Clinton presenterà il suo programma economico lunedì a New York e, secondo alcuni osservatori, si tratterà di una svolta a sinistra nel partito democratico. E lo farà mettendo in evidenza le differenze con i repubblicani che – riferisce lo staff dell’ex segretario di stato – si affidano alla retorica e a ricette dei tempi di Ronald Reagan. ”La misura del nostro successo economico – affermerà Clinton secondo indiscrezioni riportate dal Washington Post – dipende da quanto aumentano i salari per la classe media non dal dato ufficiale e arbitrario della crescita”.