Grecia: è testa a testa nei sondaggi, con una leggera prevalenza per…

Grecia, s’annuncia un referendum al cardiopalma. Ed è assai probabile che si dovrà attendere lo spoglio delle ultime schede  per sapere se la Grecia rimarrà o no nell’euro. Quando mancano due giorni al voto, un nuovo sondaggio conferma un elettorato greco diviso quasi perfettamente a metà tra il Sì e il No nella risposta da dare ai creditori internazionali. Però si registrebbe comunque una leggerissima prtevalenza per i Sì. Secondo un rilevamento della società Alco per il quotidiano Ethnos, i Sì sarebbero infatti  al 44,8% mentre i No si attesterebbero al 43,4%. Gli indecisi scendono all’11,8%.  La spaccatura e la quasi totale parità è confermata anche da un sondaggio commissionato da Bloomberg all’Università della Macedonia. Ma in questo caso i rapporti sono, seppur lievemente, ribaltati: i No sarebbero al 43% mentre i Sì si attesrebbero al 42,5. Mentregli indecisi sarebbero al 14,5%. Il margine di errore è del 3%. Insomma, ce n’è quanto basta per immaginare che la veglia, nella notte tra domenica e lunedì, sarà per i greci (e non solo per loro ) particolarmente febbrile, se non addirittura angosciosa.

Varoufakis: «Accordo è in vista anche se vincolo i No»

Varoufakis ostenta comunque ottimismo. “Un accordo è in vista” anche con la vittoria del No al referendum ed “è più o meno fatto”. Lo afferma, secondo Bloomberg, il ministro delle finanze alla radio irlandese secondo cui “la Grecia resterà nell’euro”. Secondo Varoufakis il voto no porterà a un accordo che includerà “la ristrutturazione del debito”.

È sempre fila per i pensionati in Grecia

Pensionati di nuovo in fila dalla mattina presto davanti alle banche della Grecia, banche che hanno aperto per consentire il ritiro di 120 euro per chi non dispone di bancomat. Al tempo stesso, le file davanti ai bancomat sono molto più affollate nell’approssimarsi del weekend, quando la gente teme finisca il contante nei distributori automatici. Secondo le tv, molti sono in grado di ritirare dai bancomat solo 50 euro, perché le banconote da 20 – a causa del limite di 60 euro imposto, cioè tre biglietti da 20 – si stanno esaurendo.