Gli allevatori assediano Montecitorio: «No al formaggio senza latte»

Allevatori e caseari sono arrivati questa mattina da tutta Italia a Roma davanti a Montecitorio per impedire che passi in Italia il via libera dell’Unione Europea alla produzione di formaggi e yogurt senza latte. In migliaia hanno raccolto l’appello lanciato dalla Coldiretti per manifestare contro una decisione che inganna i consumatori e mette a rischio la qualità dei prodotti. Davanti al Parlamento i maestri casari hanno acceso una caldaia per mostrare “in diretta” come si produce il vero formaggio italiano sfidando Bruxelles. Molti gli striscioni di denuncia che campeggiano nella piazza, tra i quali ”Oggi mandano in polvere il latte, domani il Paese”, ”No a formaggi e yogurt senza latte, difendiamo il Made in Italy”, ma anche di critica contro l’industria lattiero-casearia accusata di ”alto tradimento”, come si legge in un altro striscione, che insieme all’Ue vorrebbe riportare sulle tavole formaggi a base di polvere di latte vietata in Italia da oltre 40 anni. Nella piazza è stata allestita una maxi esposizione delle eccellenze lattiero-casearie italiane, con molti allevatori che svelano ‘i trucchi’ dei finti formaggi italiani, ossia polvere di latte, cagliate e caseine importate. Con i manifestanti c’è anche il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo insieme a vari rappresentanti delle associazioni dei consumatori, pronti a sostenere questa ennesima battaglia a difesa del made in Italy.

 La battaglia degli allevatori

L’obiettivo è difendere la legge n.138 dell’11 aprile del 1974 che da oltre 40 anni garantisce all’Italia primati a livello internazionale nella produzione casearia anche grazie al divieto all’utilizzo della polvere al posto del latte. Il superamento di questa norma provocherebbe l’abbassamento della qualità, l’omologazione dei sapori, un maggior rischio di frodi e la perdita di quella distintività che solo il latte fresco con le sue proprietà organolettiche e nutrizionali assicura ai formaggi, yogurt e latticini Made in Italy. Con migliaia di manifestanti in piazza c’è il presidente nazionale della Coldiretti Roberto Moncalvo che insieme ai rappresentanti della principali associazioni dei consumatori accoglie i cittadini, i parlamentari dei diversi schieramenti e i rappresentanti delle Istituzioni che intendono sostenere la battaglia per il Made in Italy con una apposita sollecitazione al Parlamento per la difesa della qualità del sistema lattiero caseario italiano.