Gb, scandalo a corte: Elisabetta fa il saluto nazista. Ma ha 7 anni… (Video)

Sono gli anni Trenta e una bambina intorno ai sette anni fa il saluto nazista in un filmino di famiglia. Si tratta di pochi fotogrammi, abbastanza però per scuotere la Gran Bretagna: quella bambina è la futura regina Elisabetta. Il video, rimasto nascosto per oltre ottant’anni, è stato divulgato dal Sun, che lo ha definito stupefacente e scioccante, provocando l’irritazione della casa reale.

Il saluto nazista in esclusiva mondiale

Il filmato, girato nel 1933 nella tenuta di Balmoral, è sgranato e in bianco e nero, ma si distinguono bene Elisabetta, la sorella Margaret, che all’epoca aveva tre anni, la regina madre e lo zio Edoardo, che di lì a poco sarebbe salito al trono per poi abdicare per sposare Wallis Simpson. Dai pochi fotogrammi, che rimandano a un contesto di risate e giochi, sembra proprio che sia Edoardo a insegnare il saluto alle bambine. Lo stesso Sun, che ha presentato il filmato come un’esclusiva mondiale, ha sottolineato che le riprese risalgono a quando Hitler aveva da poco conquistato il potere e che i legami di Edoardo con il nazismo sono ben documentati. Ugualmente, però, il video è stato definito scioccante e ha suscitato grande clamore in Gran Bretagna, dove alcuni esperti ne hanno sottolineato l’interesse pubblico, sostenendo che potrebbe gettare nuova luce sull’atteggiamento della famiglia reale nei confronti della Germania degli anni ’30.

Una immagine «scioccante» di Elisabetta

«È abbastanza scioccante», ha detto Karna Urbach, un’esperta di nazismo e membro del Istituto di ricerche storiche, secondo la quale «la Regina ha avuto un tale orgoglioso comportamento durante la seconda guerra mondiale e un senso del dovere verso il suo Paese che a nessuno potrebbe venire in mente che guardasse con simpatia alla Germania nazista». «Era una bambina quando il filmato fu girato, molto prima che le atrocità del nazismo diventassero note», ha proseguito la storica, ricordando anche che «Edoardo aveva già dato il benvenuto al regime come Principe di Galles nel 1933 e rimase filonazista anche dopo lo scoppio della guerra». Secondo la Urbach comunque il filmato è «notevole», mentre altri esperti hanno sottolineato che «tutti ridono e scherzano» e che in quel periodo «non c’era un bambino in Gran Bretagna che non facesse per scherzo il saluto nazista», ricordando inoltre che i genitori di Elisabetta, la Regina madre e Giorgio VI «furono fermi nel loro rigetto del nazismo come leader del mondo libero e nella lotta contro quella tirannia».

L’irritazione della casa reale

La casa reale non ha nascosto la propria irritazione per la pubblicazione del filmato, bollando come un fatto «deludente» che quel filmato vecchio di 80 anni venga sfruttato in questo modo. Epperò, da Buckingham Palace si sono anche detti certi che «la maggior parte della gente vedrà queste immagini nel loro tempo e nel loro contesto: questa è una famiglia che gioca e fa riferimento per un momento a un gesto che molti potrebbero aver visto dai cinegiornali dell’epoca». «Nessuno a quel tempo aveva alcun sentore di come questo si sarebbe evoluto. Sottintendere qualsiasi altra cosa è fuorviante e disonesto», ha commentato la casa reale, sottolineando che «il servizio e la dedizione della Regina e della sua famiglia al benessere della loro nazione durante la guerra, e i 63 anni che la Regina ha passato a costruire relazioni fra le nazioni e i popoli, parlano da soli».