Furti negli appartamenti, la Versilia fa gola: arrestati quattro albanesi

Gli abitanti e i villeggianti della Versilia stanno vivendo giorni di fuoco e non per il caldo. Ville e case-vacanza occupate sono all’ordine del giorno al punto che gli operatori turistici è dall’inizio della stagione che stanno segnalando disagi, assenza di sicurezza e defezioni. Una regione d’oro flagellata dalla conaca nera. Ora si stanno intensificando anche i furti. Gli uomini del commissariato di polizia di Viareggio, in collaborazione con i carabinieri, hanno arrestato quattro giovani albanesi, di età compresa fra 19 e 23 anni, con l’accusa di furto aggravato, ricettazione, porto e detenzione abusivo di armi da fuoco e porto di armi da taglio. Poco prima avevano messo a segno un furto in un’abitazione del comune di Massarosa portando via, tra l’altro, due pistole con relative cartucce e un fucile ad aria compresa, oltre a soldi e gioielli. I giovani sono stati trasferiti nel carcere di San Giorgio di Lucca. Non solo Versilia. Gli investigatori hanno ricostruito i movimenti dei malviventi che partiti da Caserta, sono passati ad Orte (Viterbo), dove avevano svuotato un altro appartamento rubando anche una Toyota Rav 4 con la quale sono poi arrivati in Versilia. Qui avevano messo a segno una serie di furti. Parte della refurtiva è stata riconsegnata ai legittimi proprietari da parte della polizia e sono in corso accertamenti mirati a individuare le vittime degli altri furti per la restituzione della refurtiva.