Egitto, avvertimento all’Italia: attentato al consolato al Cairo. Un morto

Italia nel mirino in Egitto: il consolato italiano al Cairo è stato colpito da un attentato esplosivo. Il primo bilancio parla di un morto e due feriti. A riferirlo sono state fonti della sicurezza egiziana, precisando che «nessun italiano è rimasto coinvolto». Tra le vittime vi sarebbero invece due poliziotti egiziani. Al momento dell’esplosione il consolato era chiuso. Non è ancora giunta alcuna rivendicazione.

La bomba sotto un’auto e attivata con un telecomando

Secondo le prime ricostruzioni degli investigatori locali, «la carica esplosiva è stata posta sotto una vettura nel perimetro del consolato ed è stata fatta esplodere con un telecomando». La deflagrazione ha distrutto una parte della facciata dell’edificio su Al-Galaa Street, ma ha danneggiato «anche alcune abitazioni limitrofe».

La reazione della Farnesina

«L’Italia non si fa intimidire», è stato il commento di Paolo Gentiloni, affidato a un tweet, nel quale il ministro degli Esteri ha confermato che «non risultano vittime italiane» e ha espresso vicinanza «alle persone colpite e al personale». Contemporaneamente, dalla Farnesina è stato fatto sapere che «l’unità di crisi si è subito attivata e il personale dell’ambasciata italiana al Cairo, in contatto con le autorità locali, si è prontamente recato sul luogo dell’esplosione per verificare direttamente la situazione».