Crocetta perde un altro assessore (il 36esimo) ma non molla la poltrona

Anche l’assessore alle attività produttive della Regione Sicilia, Linda Vancheri, lascia la giunta regionale di Rosario Crocetta. È il 36esimo assessore che il presidente Crocetta è costretto a cambiare, da quando ha iniziato il suo mandato, ma lui, nonostante la bufera del caso-Borsellino, non molla la poltrona: «Mi rifiuto di offrire le mie carni a famelici carnefici. Non posso dimettermi, tutti sanno che quella intercettazione non c’è», ha detto oggi parlando all’Assemblea regionale siciliana. Crocetta ha aggiunto: «Non mi dimetto perché non sono un irresponsabile, non lascio migliaia di lavoratori senza salario; non mi dimetto perché sono garante dello Statuto di Giuseppe Alessi e Salvatore Aldisio», due protagonisti dell’autonomia regionale. Per il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, dietro agli attacchi contro di lui c’è “il vero cerchio magico – ha detto davanti all’Assemblea regionale – quello degli affari che a volte collude con la massoneria e con la mafia che non è più stragista ma intarsiata nella cose della Regione”. Per Crocetta “Cosa nostra sa sapientemente orchestrare i giochi che contano utilizzando, in molti casi senza la consapevolezza degli utilizzati, tutti gli strumenti”. «Rosario Crocetta non si dimette, denuncia poteri occulti. Chi chiama l’ambulanza? Vattene con medico e avvocato, avete massacrato la Sicilia», scrive su Twitter il senatore Maurizio Gasparri (FI).