Costa Smeralda in vendita? Tornano a farsi vivi emiri, sceicchi e l’Aga Khan

Costa Smeralda di nuovo in vendita? Sembrerebbe proprio di sì: e, ancora una volta dai tempi dell’avveniristico acquistico del principe Aga Khan – perdutamente innamorato di questa terra selvaggia e inaccessibile – e a ridosso degli acquisiti conclusi dallo stato del Qatar, sarebbe un nuovo paperone mediorientale, uno sceicco, il facoltoso personaggio interessato all’investimento…

Costa Smeralda in vendita?

Dunque, nuovamente, da oltre mezzo secolo a questa parte, e dopo le ultime sortite imprenditoriali – datate ormai quattro anni fa – con l’Emirato del Vicino Oriente, il tratto costiero gallurese del nord-est della Sardegna torna a calamitare le attenzioni economico–turistiche degli uomini più ricchi del pianeta, in alcuni casi di provenienza mediorientale: quasi a suggellare una sorta di legame a doppio filo tra la terra dei quattro mori e il mondo arabo, un sodalizio inaugurato proprio dal principe ismaelita Karim Aga Khan, grande amico dell’Avvocato Agnelli, e lungimirante pioniere del paradiso turistico sardo. L’indiscrezione, pubblicata dal quotidiano La Nuova Sardegna, non trova conferme ufficiali ma qualcosa, dietro le quinte, sembrerebbe muoversi. I meglio informati, che preferiscono mantenere l’anonimato, parlano di un’analisi all’interno dello stato del Qatar, proprietario degli immobili di lusso della Costa Smeralda da quattro anni, con il possibile acquirente che potrebbe essere lo sceicco Hamad Al Thani (meglio noto come HBJ), proprio colui che nel 2012, quando era primo ministro e braccio destro dell’allora sovrano, “sponsorizzò” l’acquisto della Costa Smeralda, che ora, quindi, da proprietà di Stato, potrebbe passare ad un privato. Ma un cambio tutto interno al Qatar non escluderebbe tuttavia anche una seconda carta, questa volta calata a sorpresa sul tavolo delle trattative: il ritorno dell’Aga Khan in persona, il principe ismaelita rimasto stregato per primo dal fascino paesaggistico di quel tratto di costa sarda.

La trattativa possibile tra Aga Khan e Qatar

In questo caso potrebbe nascere una sorta di collaborazione tra l’Aga Khan, ancora proprietario di Meridiana (e a Porto Cervo dello Yacht Club Costa Smeralda) ed il Qatar, visto che la compagnia aerea, in crisi, è da tempo alla ricerca di un nuovo partner: tra i potenziai soci, che nel caso acquisirebbero il 49% della società, ci sarebbe proprio la Qatar Airways (che sarebbe interessata sia a Meridiana che alla gestione dell’aeroporto di Olbia). Sulla vicenda finora è intervenuto il deputato gallurese del Pd, Giampiero Scanu. «Spero rimanga questa proprietà – ha detto – in quanto il Qatar si è dimostrato, con il Mater Olbia, un partner straordinario, che quindi potrebbe fare grandi cose anche per la compagnia aerea, ma anche per altri investimenti in tutta l’Isola, come le opere dell’ex G8 de La Maddalena». Tutto potrebbe accadere insomma: l’unica certezza in campo al momento però è che quelle spiagge che il mondo ci invidia. Quelle insenature profonde che si inerpicano su paesaggi punteggiati dal giallo delle ginestre selvatiche e su panorami caratterizzati da inconfondibili profumi di ginepro. Quei fondali marini cristallini, insomma tutto ciò che ha attirato nei suoi meandri big del jet set, dello sport, della finanza, della politica e dell’industria, da sempre di casa in Costa Smeralda, sono parte di un patrimonio incredibile, a cui sarà davvero difficile tornare a dare un prezzo…