C’è il grassone nel cartoon? Occhio: il bambino mangerà più caramelle

I bambini che vedono cartoni animati con protagonisti grassi tendono a mangiare di più, soprattutto se non ci sono messaggi che ricordano loro in cosa consiste una dieta sana. Lo ha scoperto uno studio dell’università del Colorado pubblicato dal Journal of Consumer Psychology. I ricercatori hanno mostrato a 60 bambini delle elementari un personaggio di cartoni ideato per l’occasione dalle forme rotonde, e un altro invece magro, offrendo poi a entrambi i gruppi delle caramelle da una ciotola. I bambini del primo gruppo in media hanno preso 3,8 caramelle dopo la visione, mentre quelli che avevano avuto la versione ‘magra’ del cartoon ne hanno prese 1,7. Il numero di caramelle mangiate diminuisce, sottolineano gli autori, chiedendo ai bimbi che avevano visto il personaggio grasso di pensare a una dieta sana prima di pescare dalla ciotola. “Questa una prova ulteriore che i bambini non vanno lasciati soli davanti alla tv, soprattutto con cose da mangiare – scrivono gli autori – perché quello che vedono può influenzare i loro comportamenti”. Da anni in ogni caso, nonostante la volenterosa ricerca dell’Università del Colorado, è provato il fatto che troppe ore dinanzi al video costituiscono la base comportamentale per avere un bambino in sovrappeso, sia se vede personaggi grassi sia se osserva personaggi magri…