Dodicenne pestata al college. La madre diffonde il video: aiutatemi

Ancora un triste e scioccante episodio di bullismo a scuola: vittima una dodicenne, Katie Morris,  attaccata e pestata da un gruppo di compagne all’Ivanhoe College di Leicestershire. La ragazzina è stata trascinata a terra e colpita perché non indossava scarpe gradite alle sue aguzzine: è stata lasciata priva di coscienza, con una commozione cerebrale e lesioni al naso e alla bocca. Le bulle avevano già minacciato di colpirla ma senza mai passare alle vie di fatto fino allo scorso 23 giugno quando nel campo da gioco della scuola Katie è stata brutalmente aggredita sotto gli occhi degli altri studenti che sono rimasti indifferenti e non hanno mosso un dito per aiutarla.

Il racconto della vittima

“E’ stata una cosa terribile – ha raccontato Katie – mi hanno accusato di avere preso la mia roba in un negozio di beneficenza e mi tiravano per i capelli trascinandomi a terra se cercavo di rialzarmi”. La ragazzina è svenuta ed è stata “risvegliata” dai calci ricevuti sulla faccia. Ora non vuole più uscire e dice di avere paura di frequentare i suoi coetanei. Il filmato dell’aggressione è stato spedito a Katie via Fb da un testimone anonimo ed è stato messo in rete dalla madre, ricevendo migliaia di visualizzazioni con commenti scioccati di chi invoca punizioni esemplari per le bulle. La madre ha detto di avere diffuso il video perché la gente veda i comportamenti schifosi dei bulli e perché le scuole affrontino con più decisione il problema in tutto il paese. “Non sapevo a chi rivolgermi – ha detto – diffondere il video è stata per me una richiesta di aiuto”. La polizia di Leicestershire ha confermato che sono in corso indagini sull’aggressione avvenuta il 23 giugno.