Texas, giustiziato il più anziano condannato a morte: aveva 67 anni

Dopo trent’anni nel braccio della morte è stato giustiziato in Texas Lester Bower Jr, l’uomo di 67 anni condannato per aver ucciso quattro persone nel 1983. Si tratta del detenuto più anziano a essere mandato a morte nel “Lone Star State”. Bower si è sempre professato innocente e aveva fatto appello alla Corte Suprema. Ricorso che è stato rigettato nei giorni scorsi.

Texas, il movente dell’omicidio fu il furto di un piccolo aeroplano

Bower, secondo l’accusa, uccise quattro persone nel corso di una sparatoria in un hangar all’interno di un ranch nei pressi di Dallas. Il movente dell’omicidio fu il furto di un piccolo aeroplano che aveva tentato di acquistare da una delle sue vittime. I legali di Bower hanno sempre respinto tutte le accuse e sostenuto che tutto l’impianto accusatorio fosse stato costruito solo su prove circostanziali e non su prove dirette. Le sue ultime parole, registrate dal personale della prigione, sono state rivolte al suo avvocato e alla famiglia: «Ora è tempo di andare. Ho combattuto una battaglia giusta, ho avuto fede. Molto è stato detto e scritto su questo caso. Ma la verità non è mai venuta fuori. Ma il tempo per cercare la verità è finito. Non dirò addio, vi dirò arrivederci. Vi amo tanto, tantissimo. Grazie alle guardie». Poche ore prima dell’esecuzione, la quindicesima dall’inizio dell’anno negli Stati Uniti e la nona solo nel Texas, la Suprema Corte Federale americana aveva respinto l’ultimo appello.